unisa ITA  unisa ENG


CISL

Comunicato stampa 11 aprile 2015

 

Oggetto: Azienda ospedaliera universitaria "Ruggi D'Aragona", la Cisl Salerno chiede unità di intenti. Il segretario Pasquale Passamano: "La guerra tra medici e universitari non giova a un'eccellenza del territorio. Ora si nomini l'Organo di Indirizzo". 

Salerno. "L'atteggiamento sul "Ruggi d'Aragona" non è quello giusto. La guerra tra medici e universitari non giova a un'eccellenza del territorio". Così Pasquale Passamano, segretario confederale della Cisl Salerno con delega al Pubblico Impiego, spegne le polemiche sulla querelle che si sta consumando all'interno dell'Azienda ospedaliera universitaria di via San Leonardo. "Non ci interessa chi ha torto o ragione, ma questi sviluppi giudiziari non giovano all'azienda . Il "Ruggi" è un vanto, in tanti vengono da fuori provincia per essere assistiti dai nostri medici e universitari. Adesso basta". Passamano, dunque, chiede ai protagonisti della vicenda di lavorare insieme per il bene dell'azienda. "A noi della Cisl sta a cuore il futuro dell'Azienda e non gli interessi di pochi", ha ribadito Passamano. "Ora si nomini subito l'Organo d'Indirizzo, l'organismo di controllo necessario per il futuro del "Ruggi" e per mettere a tacere immediatamente questa ridda di voci che è diventata davvero deleteria e controproducente per il futuro dell'Azienda ospedaliera universitaria di Salerno. Il rettore Aurelio Tommasetti e il governatore della Campania, Stefano Caldoro, accelerino su questa nomina. Questo è un calvario a cui non possiamo assistere senza intervenire".

Ufficio Comunicazione Cisl Salerno

Logo Cisl Provinciale News